Come arredare casa con lo stile Urban Jungle

Eccomi di nuovo qui a parlarti di uno stile che mi piace davvero tanto. Così tanto che ho deciso di ricreare un angolo nella mia nuova casa dedicato a lui. Ebbene sì, oggi parliamo dell’Urban Jungle e di come allestire la casa seguendo i dettami di questa famosa tendenza.

Possiamo dire che ormai è da qualche anno che lo stile è in voga e anche per il 2018 la sua fama non accenna a diminuire. Probabilmente è dovuto al fatto che abbiamo riscoperto un grandissimo piacere nel circondarci di piante, fiori e materiali naturali, che adesso non sapremmo come fare altrimenti.

Per anni abbiamo limitato la natura all’esterno, ai giardini, ai balconi e ai terrazzi, ma da quando è stato dato il via allo stimolo e alla reale possibilità di farla entrare nelle nostre case, beh, non ci ha pensato troppo e ha subito preso il posto d’onore!

Consigli pratici su come arredare casa con lo stile Urban Jungle

Urban Jungle

Urban Jungle, in cosa consiste

Vediamo in cosa consiste lo stile e quali sono le caratteristiche principali che lo definiscono.

  1. L’utilizzo di piante a foglia grande e non solo che ricreano un contesto in stile tropicale. Piante di grandi dimensioni, sospese, con fiori e senza. Il tutto serve a ricreare un ambiente in cui potersi rilassare e vivere i benefici di una vita a contatto con la natura;
  2. Una palette di colori ben studiata dove il verde è il protagonista ma insieme ad altri colori in grado di valorizzarlo. Bianco, ecru, oro, rosa e tutte le sfumature del verde che possono anche sfociare nella tinta del blu intenso;
  3. Un richiamo alla natura dato non solo dalla scelta delle piante verdi, ma anche e soprattutto dall’utilizzo di materiali naturali per i complementi e gli arredi e dalla scelta di stampe e decori in tema.

Come riprodurre lo stile in casa

Arricchire i nostri interni seguendo questa tendenza ci aiuta a regalare vitalità e carattere ai nostri ambienti che al tempo stesso sembrano rigenerarsi.

Adesso partiamo con l’aspetto più importante, quello che ci aiuta a dare il via all’allestimento in tema, parliamo delle piante!

.Le piante

Per anni ho avuto modo di lavorare nel settore delle piante artificiali e vi assicuro che per quanto belle possano essere non sono in grado di regalarci le stesse emozioni che possono farci provare le piante vere. Certo, richiedono una maggiore attenzione, ma anche in questo caso consiglio di organizzarsi e di dare un ritmo a tutte le azioni necessarie, così da non far risultare un peso la loro gestione, ma solamente un piacere.

Molto importante è anche la scelta delle piante e la loro posizione in casa. Valutiamo le nostre abitudini e gli spazi che abbiamo a disposizione e poi procediamo con il posizionarle.

Per quanto mi riguarda le piante che prediligo sono quelle dal fogliame rigoglioso, abbastanza grande da riempire gli spazi con imponenza ed eleganza. Ad esempio un Ficus Lyrata, Monstera Deliciosa o la Strelitzia Nicolai. A queste vado ad abbinare altre di medie e piccole dimensioni come Kentia, Sansevieria, Felci, Ficus Elastica e Ibiscus. Ed infine ti consiglio di completare il tutto con delle Orchidee che non si smentiscono mai in quanto bellezza.

.Come disporre le piante

Puoi procedere allestendo una zona dedicata esclusivamente a loro attraverso una Plant Gang, ossia un assemblamento di piante (definizione coniata dal sito Urban Jungle Blogger). In questo caso lavora scegliendo delle piante di grandi dimensioni che puoi posizionare a terra, per quelle di medie dimensioni puoi aiutarti con tavolini, bauli e mobili. Per quelle di piccole dimensione invece posizionale anche in altezza, lavorando su mensole, scaffali e soluzioni sospese. Per quest’ultima opzione scegli dei porta piante sospesi realizzati con tecnica Macramè.

Se preferisci puoi invece distribuirle all’interno dei vari ambienti, ad esempio in cucina scegli un vecchio cassetto o una scatola di legno dove posizionare le erbe aromatiche che ti servono per cucinare. In sala posizionale sui tavolini, a terra e nella libreria in modo simmetrico e ripetitivo. Anche questa modalità di esposizione ti aiuterà a ricreare un ambiente rilassante e completamente in equilibrio con te stessa.

Come arredare casa con lo stile Urban Jungle

Urban Jungle

.I richiami alla natura

Non bastano le piante per ricreare questo stile, serve un tocco in più. Serve ragionare sui colori e sui materiali che si scelgono. Serve scegliere con cura i nostri decori e bisogna posizionarli in modo giusto. Non spaventarti però, come consiglio sempre, la nostra casa può vestire diversi stili in base alle nuove tendenze, basta fare ricerca, sperimentare senza porsi dei freni e lavorare su quanto è possibile cambiare facilmente in casa.

Parti da una selezione di immagini che più ti piacciono su Pinterest. Attenzione, butta un occhio in più a quello che stai cercando e scegli soluzioni che mostrano ambienti simili ai tuoi in quanto colori e materiali di rivestimento.

.Carta da parati e colore

Colore alle pareti e carta da parati. Non c’è modo di migliore di dare forza al fascino delle piante se non quello di dipingere parte delle pareti di una stanza. Se scegli colori tenui e abbastanza neutri, tipo questo verde, sei sicura che potrai facilmente abbinarlo con tutto e potrà far parte della tua casa per molto tempo. Se invece vuoi un effetto wow, butatti su colori più forti, come questo. Sulla carta da parati vacci piano, rivesti una parete, una nicchia o gli interni di un armadio, ma non esagerare perché sono tinte e motivi molto forti, se non sei abituata a questo tipo di scelte potrebbe stufarti in fretta.

.Tessile

Cuscini, tappeti, plaid, tende e tovaglie. La lista è lunghissima e vi assicuro che c’è davvero molto su cui poter lavorare. In questo caso però è facile perdersi tra i vari colori, motivi e proposte che possiamo trovare in giro. Il mio consiglio è questo: definisci 3 colori base sui quali vorresti lavorare ad es. ecru, verde lime e verde scuro. Su questi devi far ruotare tutte le tue scelte.

Questo non vuol dire che non puoi acquistare qualcosa che non rientri in queste 3 tinte, ma significa che i colori predominanti saranno quelli elencati sopra, gli altri saranno solo degli accenni, delle macchie colore che si ripetono qua e là e vanno a movimentare la scelta cromatica.

Altro appunto importante è quello di andare ad abbinare con cura una tinta piena con un motivo floreale/geometrico. Non eccedere con i disegni e le stampe, ogni elemento deve potersi esprimere al meglio e  lo può fare solo “respirando”, ossia spiccando su uno sfondo neutro.

.Complementi e oggettistica varia

Come per ogni stile ci sono dei materiali e delle forme che riescono a creare continuità tra i vari oggetti. Per lo stile Urban Jungle ti consiglio di scegliere arredi come cesti di rattan, vasi in ceramica, bottiglie di vetro, perfette quelle a damigiana nei colori del verde. Cornici portafoto in legno naturale, scritte luminose. Decori in griglia metallica bianca o colore oro. Ed infine bianco, il bianco è in grado di far risaltare al 100% il colore verde delle foglie, quindi sceglilo per vasi, tavolini e piani di appoggio in generale.

Spero di averti dato tanti spunti utili e nel caso in cui avessi bisogno di una mano scrivimi, sono felice di poterti aiutare a capire come portare un po’ di Urban Jungle anche nei tuoi spazi.

 

0 commenti

Dimmi la tua

Mi fa sempre tanto piacere leggere i vostri commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *