Come sentirsi a casa anche in vacanza

Capita spesso anche a te di andare in vacanza e di soggiornare in un appartamento o casa in affitto? E ti ritrovi spesso a chiederti come sarà e se ti troverai bene?

Come ben sai le preoccupazioni prima della partenza sono tante. Oltre al fatto che dobbiamo ricordarci di portare con noi tutto quello che serve e cercare di riporlo in poco spazio, sappiamo già che all’interno della nostra nuova, ma provvisoria, abitazione non ci sentiremo a nostro agio.

Vuoi perché gli ambienti non sono nostri e sono stati vissuti da più persone in un arco temporale molto ristretto. Ma soprattutto perché gli ambienti non rispecchiano la nostra personalità, le nostre abitudini, insomma non parlano di noi così come fa ogni giorno la nostra casa.

Questo ci fa subito pensare che i nuovi ambienti in affitto non meritano attenzione e che per il poco tempo in cui dovremo soggiornare possiamo farci andare bene quello che troviamo.

Certo, possiamo anche pensarla così, ma comunque passeremo del tempo all’interno della casa e il nostro grado di benessere è strettamente proporzionale all’atmosfera che viviamo nei nostri ambienti. Ecco perché ho deciso di darti qualche semplice e pratico consiglio per sentirti a casa anche in vacanza.

Regola n.1 Porta con te la tua casa

Come sentirsi a proprio agio in una casa in affitto per le vacanze

Lo so a cosa stai pensando: “Mio marito mi uccide se mi porto dietro più di mezza valigia rispetto a quelle concordate!”. No, non ho intenzione di farti litigare con nessuno e non intendo che tu debba portare con te tutto l’arredo della tua casa, ma soltanto qualche piccolo complemento che ci può aiutare a personalizzare gli spazi.

La casa in cui andrai a stare è completamente estranea a te e non ci sarà nulla che rispecchierà il tuo stile di vita e il tuo personale modo di vivere gli ambienti. Per questo credo sia fondamentale posizionare qualcosa di tuo, che ti faccia sentire esattamente come a casa.

Regola n.2 Organizza lo spazio

Come sempre tieni bene a mente le tue abitudini, osserva lo spazio, non per troppo tempo, e procedi con quello che il tuo istinto ti consiglia di fare. Si tratta di operazioni semplici, che man mano che vivi lo spazio durante la sistemazione della valigia avrai modo di portare a termine.

Ad esempio, entrando in casa noti che qualcosa dell’attuale disposizione della cucina non funziona, non appaga il tuo occhio e non ti rasserena. Prova a spostare il tavolo come sei solita utilizzarlo a casa, prova a riportare alcune delle tue abitudini anche qui. Vedrai presentarsi subito ai tuoi occhi tutta un’altra scena.

Regola n.3 Arredate signore, arredate

Come sempre procedi stanza per stanza e tira fuori dalla valigia i tuoi tesori:

Come sentirsi a casa anche in vacanza personalizzando gli ambienti della casa in affitto

  • Bagno. Posiziona a terra un tappeto, in prossimità del lavandino. Meglio se di un colore neutro così sai che si abbinerà perfettamente con il resto della casa. Procedi utilizzando un attaccapanni per porta, tipo il modello Lillangen di Ikea, al quale andrai ad appendere il tuo accappatoio, quello del tuo compagno e dei tuoi figli. I prodotti di uso giornaliero posizionali all’interno di una cesta o di un contenitore in stoffa tipo il modello Nordrana di Ikea. Io li dispongo esattamente così anche all’interno della valigia. Si tratta di una soluzione pratica che mi consente di portare, organizzare e personalizzare anche fuori casa.
  • Cucina. Parto subito con la parte che preferisco. Posiziona un bel mazzo di fiori in centro tavola, non deve essere enorme e composto solo di fiori pregiati, ma fidati basta avere 2 rami verdi e 2 o 3 fiori colorati per rendere la casa più confortevole. Anche sul top della cucina, vicino al lavello metti qualche ciuffo di erba aromatica all’interno di un contenitore di plastica improvvisato, basilico, rosmarino e salvia. Oltre ad essere utili ti faranno venire voglia di vivere a pieno tutti gli ambienti, compresa la cucina che in vacanza solitamente vediamo proprio poco. Non dimenticarti anche di portare con te una tovaglia di casa e la tua tazza preferita! Sia mai che in un giorno di pioggia vuoi concederti una pausa tè rilassante.

Come sentirsi a casa anche in vacanza personalizzando gli interni della tua casa in affitto partendo dai miei consigli

  • Salotto. Non mi prendere per pazza, so che può sembrare strano, ma è il mio modo di vivere gli ambienti, soprattutto da quando in vacanza con me c’è anche la piccola Emma. Di solito metto in valigia almeno 2 fodere di cuscini da divano, dimensione standard 45×45, che vado a vestire sui cuscini presenti nella casa al mio arrivo. Si tratta di due fodere piegate che in valigia neanche vi accorgerete di avere, promesso. Non mancate poi di posizionare qualche rivista, la vostra preferita sul tavolino in salotto e anche qui l’atmosfera con poco è stata ricreata. Ancora meglio se riuscite, come in cucina, a raccogliere due fiorellini da tenere nella stanza.

Come sentirsi a proprio agio in una casa affitto per le vacanze personalizzando gli ambienti

  • Camera da letto. Ovviamente sfodera il tuo miglior completo letto, ti consiglio di utilizzarne uno nei toni del blu. Rilassa, rasserena e crea armonia nell’ambiente che vivi. In vacanza è perfetto te lo assicuro! Porta con te una piccola coperta in cotone, anche piccola, qualcosa che nelle notti più fresche puoi tirare su per coprirti. Qualcosa che può essere utilizzato al contempo come telo mare in caso di estrema necessità. Anche in questo caso opta per colori tenui, nuances del grigio, del blu o anche solo bianco.

Hai visto che si tratta di pochi e semplici accorgimenti, che impiegherai davvero poco a mettere in pratica ma che ti faranno vivere in modo diverso la tua casa vacanza in affitto. Ora miraccomando prendi nota e nella valigia inserisci tutto quanto ti ho consigliato e poi fammi sapere come ti trovi.

La tua vacanza avrà un sapore diverso quest anno :)

2 commenti

Dimmi la tua

Mi fa sempre tanto piacere leggere i vostri commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *