Rinfresca gli ambienti della tua casa in occasione delle pulizie di primavera, segui i consigli di sara togni arredatrice d'interni

Pulizie di primavera

Rinfresca gli ambienti della tua casa in occasione delle pulizie di primavera, segui i consigli di sara togni arredatrice d'interni

E’ arrivata la primavera o quasi, perché dal clima non si direbbe, però credo che in ognuno di noi siano già comparsi i primi sintomi da iperattività di bella stagione.

Per quanto mi riguarda inizio a non stare più nella pelle, adoro quando il caldo inizia ad entrare prepotente nelle nostre case. Ho modo di vivere spazi che fino ad ora erano stati lasciati in disparte, come il terrazzo e il giardino. Ho l’occasione di rinnovare e rinfrescare parte degli ambienti e di regalare qualche tocco di colore in più alle stanze con l’arrivo dei fiori.

Purtroppo però insieme alle tante e belle novità arrivano anche le tanto attese pulizie di primavera. Aiuto!!! Per noi che abbiamo vissuto tutta la frenesia e la lista interminabile di raccomandazioni delle nostre mamme e delle nostre nonne, credo che un po’ ci spaventino.

Negli anni però ho capito che tutto è dovuto al contesto, a come ci si organizza e a come ci si pone dinnanzi alle cose. E anche in questo caso mi sono affidata al mio ingegno e ho pensato a come migliorare questa esperienza e ho trovato alcune semplici regole che puoi seguire anche tu per facilitare le pulizie di primavera. Scopriamole insieme.

Prima di tutto la preparazione

  • Planner delle pulizie

Innanzitutto ti consiglio di preparare una bella lista di interventi, che puoi anche spalmare su più giorni. Una sorta di to do list dedicata esclusivamente alle pulizie di primavera. E detto da me che mi servo di liste tutto il giorno sembra quasi scontato, ma ti assicuro che ti faciliterà e non poco!

Ti allego quella che utilizzo io ogni volta che si presenta l’occasione di rinfrescare gli spazi di casa.

Organizza le pulizie di primavera in casa con una lista organizzata di interventi che puoi segnare giorno per giorno

Puoi utilizzare le colonne suddivise per giorno e segnarti passo passo come vuoi procedere; oppure puoi utilizzare le colonne pensando agli ambienti di cui disponi. Una colonna per stanza insomma e al di sotto tutti gli interventi che è necessario fare all’interno dello spazio.

Nella parte inferiore ho anche inserito due campi che spesso mi ritrovo ad usare. Mi capita sovente mentre faccio pulizia di pensare a qualche nuova soluzione per organizzare lo spazio e prendo nota di quanto dovrei cercare, in termini di idee, per mettere a fuoco la mia proposta. Inoltre, stanza dopo stanza, mi ritrovo spesso a segnare cosa manca o cosa è finito e faccio una lista della spesa nel campo “da comprare”.

  • Kit base per le pulizie

Le pulizie di casa vengono sempre viste come un impegno al quale è facile sottrarsi. Purtroppo però devono essere assolutamente fatte se vogliamo mantenere i nostri ambienti puliti, igienici e sicuri. Ti consiglio di viverlo come un momento piacevole nel quale potrai scoprire nuovamente le potenzialità della tua casa, rinnovare alcuni ambienti semplicemente spostando o sostituendo alcuni complementi.

Ricordati che anche in questo caso l’organizzazione e la scelta dei giusti strumenti ti consente di trasformare un’operazione lunga e noiosa in qualcosa di piacevole!

Componi dei kit di pulizia base con i prodotti suddivisi a seconda degli ambienti che dovrai pulire: cucina, bagno, altri ambienti, pavimenti e bucato. Per ognuno dei tuoi kit ti consiglio di utilizzare dei contenitori per conservare in maniera ordinata i prodotti.

E cosa assolutamente necessaria premiati! Accendi la tua musica preferita e ordina un buon sushi per cena, io faccio così!

  • Dove sistemare i prodotti per la pulizia

Per quanto riguarda la collocazione dei tuoi kit base i suggerimenti possono essere due. Optare per un unico armadio o nicchia dove poter posizionare tutti i prodotti, ovviamente suddivisi per per scaffale a seconda degli ambienti in cui devono essere utilizzati.

Oppure posizionare i singoli kit all’interno dei vari ambienti. Attenzione però, se come me hai una piccola peste che gira per casa ricordati di posizionarli in un posto sicuro, in alto oppure all’interno di un vano che possa essere chiuso.

Io preferisco la prima soluzione perché così ho sott’occhio i prodotti che stanno per finire e posso fare un’unica lista prima per acquistarli.

  • Forza, ora cominciamo

Rinnova lo stile della tua camera da letto in occasione delle pulizie di primavera, segui i consigli di sara togni arredatrice d'interni

.prepara dei contenitori o delle buste dove poter mettere tutto ciò che consideri superfluo. Ebbene sì, approfittiamone per fare un po’ di decluttering. Le mani in pasta le abbiamo e allora mentre diamo una pulita se troviamo qualcosa che ci intralcia e della quale non comprendiamo neanche l’utilizzo via, mettiamola da parte nelle cose da vendere, regalare o buttare;

.come prima cosa pensa al tessile e a tutto quello che deve essere lavato e che ha tempi di asciugatura più o meno lunghi. Una cesta per stanza e raccogli tutte le tende e tutto il tessile che c’è all’interno della stanza e che ha bisogno di una rinfrescata. . Piumoni, lenzuola, federe, cuscini, copridivano e così via.

.successivamente passa ai tappeti, durante le pulizie sono ingombranti e quando si spolvera rischiano di accumulare tutta la polvere che precipita verso il basso. Toglili e sbattili uno ad uno. Lasciali fuori a prendere aria.

.procedi poi con le cose che ritieni più pesanti e faticose, così quando sarai stanca avrai compiti più leggeri. Per questo ti consiglio di passare ai vetri, sono una spina nel fianco, eliminali subito dalla tua lista.

.procedi poi con il bagno e la cucina, che sono gli ambienti che tendono a sporcarsi più facilmente e per via dell’umidità possono riservare qualche brutta sorpresa;

.infine prosegui con le camere da letto, il salotto e la zona studio. Al termine riposiziona tutto.

Consigli per il cambio di stagione del tuo guardaroba

Le pulizie di primavera sono l’occasione che stavi aspettando per dare una ripulita al tuo armadio. Questo lavoro dovrebbe essere fatto più volte durante l’anno, così da non doverti trovare sommerso da tanti abiti inutilizzabili.

Tira tutto fuori! Per cominciare è fondamentale liberare l’armadio e adagiare tutto su un piano, va bene anche a terra. Solo così si ha la percezione reale di ciò che si possiede.

Pulite l’armadio. Approfittate del fatto che è vuoto per dare una bella pulita agli angoli più nascosti.

Suddividete il tutto per tipologia.  Ti consiglio di fare in questo modo. Tre macro aree; parte bassa, parte alta e completo (abiti). All’interno della macroarea puoi fare diverse suddivisioni, ad es. parte alta canotte, t shirt, camicie smanicate e a manca lunga, capispalla leggeri e pensati. Parte bassa: leggings estivi e invernali, jeans, pantaloni eleganti e sportivi, pantaloni leggeri.

Via il superfluo! Facciamo decluttering, via ciò che non utilizzi da almeno un anno. Se non l’hai mai indossato e ha già affrontato un cambio stagione è meglio liberarsene. Ma non buttarli se non sono in pessime condizioni, puoi regalarli o scambiarli durante gli eventi di baratto che si tengono nella tua città, io ne organizzo uno la prossima settimana, il 21 aprile da Spazio-14 in collaborazione con HOBO. Vieni a fare un salto ti assicuro che non te ne pentirai!

Rimettete tutto nell’armadio. Gioca di anticipo e fai un piccolo disegno di come vorresti posizionare i tuoi capi all’interno dell’armadio. Ci sono diversi metodi per riporli, io ho scelto quello per categoria. Se vuoi vedere come funziona ti consiglio di rileggere  l’articolo che ho scritto in merito https://arredaconsara.com/decluttering-camera-letto-tante-idee-organizzarla-al-meglio/

Allora cosa ne dici, sei pronta per iniziare con le pulizie? Fammi sapere nei commenti se i miei consigli ti sono stati utili :)

 

 

0 commenti

Dimmi la tua

Mi fa sempre tanto piacere leggere i vostri commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *